Mal di pancia bambini: Cause e sintomi per capire meglio

Mal di pancia bambini: Cause e sintomi per capire meglio

SHARE

Molte mamme si chiedono spesso come fare a capire se il loro bambino soffra di mal di pancia e quali siano le cause di questo disturbo, in questo articolo cercheremo di rispondere ai sintomi e cause comuni del mal di pancia nei bambini.

Molto spesso le mamme riscontrano fastidi e lamenti nei loro piccoli, la causa potrebbe essere da imputare al mal di pancia, in questi casi è opportuno prestare attenzione a quando si verificano queste condizioni, se ad esempio il bambino risente di dolori prima o dopo i pasti, se presenta febbre, vomito o diarrea.

E’ molto importante osservare la sintomatologia dei neonati da riferire poi al medico di fiducia per l’individuazione delle cause responsabili dei disturbi.

Le cause comuni di mal di pancia nei bambini

Coliche

Le coliche sono senza dubbio la più comune causa di mal di pancia nei bambini, un problema che li rende irritabili e insofferenti. Le coliche nello specifico vengono associate al pianto incontrollabile del bambino in assenza di altre palesi cause. Se il piccolo ha almeno 5 mesi e piange in maniera eccessiva per più di tre ore in giorni consecutivi per almeno tre settimane e il medico non individua altre possibili origini del problema, sicuramente si tratterà di coliche.
Purtroppo non esiste una cura specifica contro le coliche per risolvere il problema del mal di pancia nei bambini, si possono comunque adottare efficaci rimedi per lenire questo disturbo che in genere scompare in maniera naturale dopo i primi cinque mesi di vita.

Gas intestinale

Il gas intestinale provoca il mal di pancia nei bambini soprattutto nei primi tre mesi di vita dal momento che l’intestino dei neonati è molto sensibile e ancora immaturo e viene a contatto con nuovi alimenti per la prima volta che possono appunto determinare la formazione di gas. Il disturbo può protrarsi anche fino a un anno, dopodiché il problema diminuisce gradualmente man mano che il bambino si abitua alla nuova alimentazione.

Stipsi nei bambini

Una delle cause più comuni di mal di pancia nei bambini è da attribuire alla stipsi o costipazione. Questa dolorosa condizione si verifica quando i movimenti intestinali non solo sufficienti, di solito infatti i bambini che non vanno di corpo regolarmente e trascorrono due o tre giorni senza liberare l’intestino lamentano mal di pancia dovuto alla mancata espulsione delle feci.

La stipsi si presenta soprattutto se il bambino assume cibi troppo solidi che determinano la durezza delle feci, si consiglia dunque di fornire al piccolo alimenti che possano alleviare la stitichezza come la farina d’avena, le albicocche, le pere, le prugne e i piselli, andrebbero invece evitati i cibi che aumentano tale condizione come le banane, le mele, le carote e il riso. E’ inoltre importante aumentare i liquidi e l’esercizio fisico per favorire il transito intestinale, si consiglia dunque di sdraiare il bambino sulla schiena e simulare con le gambe il movimento della bicicletta, questo potrebbe aiutare il suo piccolo intestino a lavorare e dunque a ridurre il mal di pancia.

Reflusso

Alla maggior parte dei bambini capita di rigurgitare o addirittura vomitare dopo la poppata, questo sintomo viene spesso collegato con il reflusso gastroesofageo o semplicemente reflusso.

Si tratta di un disturbo che si verifica quando la valvola che separa esofago e stomaco non funziona correttamente e dunque permette agli acidi dello stomaco di risalire lungo l’esofago. Il reflusso può provocare il mal di pancia nei bambini insieme con una fastidiosa e dolorosa sensazione di bruciore al petto. In genere il reflusso tende a ridursi da solo nel corso del primo anno di vita, ma talvolta potrebbe divenire una vera e propria patologia, dunque è importante consultare il medico che può suggerire altre alternative per controllare la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).

Influenza intestinale

Una delle possibili cause di mal di pancia nei bambini può essere riconnessa ad altri sintomi come il vomito o la diarrea, questa condizione viene definita gastroenterite o anche influenza intestinale ed è una delle malattie più diffuse dopo il raffreddore.

I bambini che soffrono di influenza intestinale lamentano mal di pancia, perdita di appetito, diarrea e febbre, tutte condizioni che possono determinare la disidratazione, ecco dunque perché in questi casi è importante che il bambino assuma molti liquidi attraverso il latte materno o la corrispettiva formula artificiale.

Altre infezioni

Non tutti lo sanno ma anche il raffreddore e l’influenza possono provocare il mal di pancia nei bambini, questo perché il muco presente nelle vie respiratorie superiori tende a gocciolare verso il basso finendo per irritare stomaco e intestino. Ad alcuni bambini spesso capita di vomitare il muco in eccesso, non bisogna preoccuparsi se ciò avviene, infatti, in realtà è sempre meglio l’espulsione che di conseguenza diminuisce il mal di pancia.

Anche un’infezione del tratto urinario o delle orecchie può provocare il mal di pancia nei bambini insieme con altri sintomi come la nausea e i vomiti.

Allergie alimentari

Le allergie alimentari sono spesso responsabili del mal di pancia nei bambini e possono provocare anche vomiti e diarrea. In un precedente articolo abbiamo visto quali sono le 6 allergie alimentari più comuni nei bambini e quali prove allergiche fare per capire effetivaente di che allergia si tratta.

Se si notano inoltre eruzioni cutanee associate al mal di pancia sicuramente l’origine sarà proprio da ricercare in un’allergia alimentare. Quando un bambino è allergico ad un alimento il suo organismo reagisce al cibo come ad un invasore che viene attaccato dal sistema immunitario dando così origine ai sintomi dell’allergia che possono essere lievi o gravi. Si consiglia di chiamare il medico o addirittura il 118 quando tali sintomi si ripercuoto sulla respirazione, in questi casi spesso si può notare gonfiore delle labbra o del viso, violenti episodi di vomito o diarrea dopo i pasti.

Quando il bambino presenta questi sintomi entro due ore dopo i pasti è importante consultare il medico e fare una visita presso un allergologo pediatrico per effettuare le opportune indagini cliniche. L’intolleranza al lattosio nei bambini, che si presenta quando il corpo manca dell’enzima necessario per digerirlo, in genere è rara nei bambini e compare di solito durante la seconda infanzia o l’adolescenza, ma è comunque importante effettuare i test.

Blocco intestinale

Un’altra delle cause responsabili del mal di pancia nei bambini è il blocco intestinale che si presenta con il pianto improvviso e la tendenza a irrigidire le gambe e piegarle, in questo caso bisogna chiamare il medico soprattutto se i sintomi appaiono via via più intensi e con la comparsa dei vomiti. Questa commistione di sintomi può rappresentare la presenza di un’ostruzione intestinale come ad esempio la stenosi pilorica, che si verifica quando il muscolo che collega stomaco e intestino si irrigidisce al punto da non permettere il corretto transito delle feci, o l’intussuscezione.

Sostanze velenose

Può capitare che il mal di pancia nei bambini debba essere correlato con l’assunzione di sostanze tossiche che insieme con il dolore addominale causano diarrea e vomiti. In questi casi è indispensabile recarsi al pronto soccorso per scongiurare il pericolo di avvelenamento.

Cinetosi

La cinetosi è una condizione molto comune e può provocare il mal di pancia nei bambini, questa si verifica quando i bambini vomitano o presentano malessere durante i viaggi in auto o su altri veicoli. Secondo gli esperti i bambini risentono di cinetosi quando avviene una separazione visiva fra appunto ciò che vedono e gli spostamenti che subiscono, il malessere che si genera viene imputato alla sensibilità al movimento. In questi casi si consiglia di fare frequenti pause durante gli spostamenti in auto per consentire ai bambini di prendere una boccata d’aria fresca.

http://www.babycenter.com/0_stomachache-in-babies_11529.bc