Riflessologia plantare in gravidanza, le cose da sapere

Riflessologia plantare in gravidanza, le cose da sapere

SHARE

Sei incinta e senti disturbi e fastidi per tutto il corpo? Scopri i grandi vantaggi della riflessologia plantare. Ritrova il benessere e il relax per goderti la tua gravidanza.

Esistono delle tecniche di riflessologia del piede, pensate proprio per le future mamme. Ecco tutto quello che devi sapere sui benefici del massaggio zonale

La gravidanza è sicuramente uno dei momenti più belli della vita di una donna, ma si tratta anche di un periodo faticoso da affrontare. Chi è incinta lo sa bene. Alla gioia dell’attesa per la venuta al mondo del vostro bambino, si contrappone l’altra faccia della medaglia, che niente ha a che fare con quella sensazione di benessere e di riposo che, invece, vorreste provare.

Soprattutto per godervi a pieno quei mesi che vi preparano alla nascita di vostro figlio e durante i quali il corpo cambia, giorno dopo giorno, con ripercussioni anche sull’armonia dell’organismo. Basti pensare, ad esempio, ai numerosi disturbi e fastidi che fanno la loro comparsa proprio quando si è in dolce attesa. Come nausea, dolori alla schiena e nella zona lombo-sacrale, gonfiori alle gambe e alle caviglie con problemi di circolazione, senza tregua, talvolta, neanche durante le ore di sonno. Non disperate, i rimedi per sentirvi meglio ci sono e senza effetti collaterali per la vostra gravidanza né tantomeno invasivi per l’organismo.

Per ritrovare il benessere e l’armonia tra mente e corpo, la soluzione arriva proprio dalla medicina dolce, perfetta durante la gravidanza, con la riflessologia plantare. Si tratta di una tecnica che offre alle future mamme enormi benefici e vantaggi. Scopriamo perché.

Questa tecnica terapeutica è di grande efficacia perché ha il “potere” di portare benefici ai vari organi andando ad agire, in maniera indiretta, con il massaggio zonale attraverso il piede. Questa parte del corpo infatti, è in grado di riuscire a raggiungere e stimolare diversi punti dell’organismo: bisognerà toccare delle zone specifiche del piede che consentiranno di provare una sensazione di benessere e relax.

Come? Il nostro piede comprende più di 7000 terminazioni nervose che, attraverso il cervello, sono collegate proprio alle varie parti del corpo e, quindi, il massaggio della riflessologia plantare va ad agire proprio su quei fastidiosi disturbi, facendo provare un meraviglioso sollievo.

Il campo d’azione è davvero ampio, per migliorare la circolazione, ma anche la digestione ed il sonno, per un benessere davvero generale.

Attenzione: quando si è in dolce attesa, i trattamenti di riflessologia plantare non devono superare i 45 minuti a seduta, per un massimo di 2 volte al mese, e possono essere praticati solo dopo lo scadere dei primi tre mesi di gravidanza. Inoltre, è bene evitare la zona addominale e pelvica e sottoporsi ad una terapia dolce affidandosi sempre alle mani di un esperto di comprovata esperienza.