I sintomi anomali della gravidanza

I sintomi anomali della gravidanza

SHARE

Se sei in dolce attesa, può essere che tu abbia letto qualcosa di preoccupante a proposito dei sintomi della gravidanza, che non sempre sono gli stessi e a volte possono risultare anomali. Meglio chiarirti le idee, allora, per evitare che i tuoi timori finiscano per incidere sul periodo dell’attesa. Ovviamente, tra i sintomi comuni si registrano la sensazione di stanchezza e di spossatezza e le nausee, che nella maggior parte dei casi si palesano al mattino; a volte, però, possono verificarsi anche altri fenomeni, meno diffusi ma non per questo da sottovalutare.

Uno dei sintomi della gravidanza anomali con cui potresti avere a che fare è la sensazione di congestione nasale, che a volte si può accompagnare alla perdita di sangue dalle narici. Una donna incinta potrebbe ritrovarsi alle prese con l’impressione di avere il naso tappato o addirittura con delle emorragie vere e proprie; per rimediare a questo inconveniente è sufficiente mettere in casa (o, meglio ancora, in camera da letto) un umidificatore, e più in generale avere l’accortezza di tenere le narici sempre umide, magari con l’aiuto di impacchi di acqua salata.

Proseguendo nella rassegna dei sintomi della gravidanza meno comuni si segnalano le difficoltà ad addormentarsi: sembrerebbe trattarsi di un controsenso, visto che quando sei incinta di solito sei sempre stanca e spossata. Il problema è che a volte proprio questo eccesso di stanchezza potrebbe impedire di addormentarti; più in generale, ti può capitare di sperimentare l’insonnia, o magari di svegliarti nel bel mezzo della notte e poi di non riuscire più a prendere sonno.

Sempre nel corso della gravidanza potresti soffrire di problemi gastrici o intestinali: sintomi strani, ma non per questo motivo preoccupanti. Che si tratti di dolori addominali, di pancia gonfia o di diarrea, devi sapere che la colpa di questi disturbi va attribuita all’ormone della gravidanza che interessa la zona gastrica. D’altro canto, potresti essere turbata anche dal problema opposto, e cioè dalla stipsi: il sintomo della stitichezza non si presenta solo negli ultimi mesi della gravidanza, ma anche all’inizio, anche se – va detto – in occasioni più sporadiche.

Tra i sintomi della gravidanza più comuni, invece, c’è l’arresto del ciclo mestruale, ma non è detto che questo sia vero sempre: in alcune circostanze, infatti, potresti sperimentare quelle che vengono definite come perdite da impianto. In pratica, si tratta della perdita di poche gocce di sangue che è dovuta alla presenza dell’embrione che si sta impiantando. Non devi avere paura di una eventualità del genere, che può essere fonte di imbarazzo ma che può venire nascosta semplicemente con il ricorso a un salvaslip. Solo nel caso in cui le perdite si dovessero rivelare molto abbondanti faresti meglio a chiedere un consiglio al tuo medico di fiducia.